home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità | storia del SSNmobbing | des  | des 22

 

MUORE DOPO CHE L’OSPEDALE HA RIFIUTATO IL RICOVERO

Esposto del CO.DI.CI.

 

Un esposto alla Procura della Repubblica di Roma è stato presentato dal Coordinamento per i diritti dei Cittadini contro l’ospedale CTO di Roma “per il rifiuto di soccorso ed omissione di atti d’ufficio”, in merito ad una vicenda che ha coinvolto un sessantenne, Gaetano Tannetta, morto nell’ospedale San Camillo. Domenica pomeriggio l’uomo è stato portato all’ospedale di Gaeta ed i medici gli hanno diagnosticato una emorragia cerebrale decidendone il trasferimento nel CTO di Roma che però non ha dato disponibilità di posti letto. A bordo di un elicottero dei vigili del fuoco il paziente stava per essere portato nell’ospedale di Terni che ha risposto positivamente alla richiesta. A causa dell’ora tarda il mezzo, non abilitato al volo notturno, è stato fatto atterrare al San Camillo ed il paziente è stato subito operato.

“Secondo una delibera regionale del dicembre 1996, secondo la segnalazione del CO.DI.CI., in casi analoghi, una volta che a Gaeta sono state approntate le prime cure, il malato doveva essere trasportato al CTO, che non poteva rifiutare il ricovero e doveva stabilizzare il paziente, in attesa di un posto letto in un altro ospedale. Invece, il CTO ha rifiutato di accogliere Gaetano Tannetta, contravvenendo ad una precisa disposizione regionale.