home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità | storia del SSNmobbing | des  | des 22

 

Con l’aiuto dei Comuni aperta una linea di assistenza

NASCE IL TELEFONO DONNA

a Cesano Boscone

 

Occorre poco per ottenere aiuto. Basta alzare il ricevitore del telefono  e comporre un numero al quale risponderà il CO.DI.CI., il Centro per i diritti del cittadino di Cesano Boscone, coordinato da Maria Bravi Barroccu, che assieme ad esperte cercherà di risolvere i problemi esistenziali.

Un “Telefono donna”, una linea gratuita a cui si possono rivolgere tutti) per coloro che hanno problemi in famiglia, con i figli, disagi sociali, o che hanno subito violenza.

“Il servizio è in funzione da qualche settimana, ha dichiarato Maria Bravi Barroccu, e si sono rivolte a noi già molte donne che hanno subito maltrattamenti in famiglia. Noi possiamo indirizzare le persone agli enti preposti e garantire l’anonimato. Il CO.DI.CI. aiuta a trovare una sistemazione presso il Centro donne maltrattate” che ha sede a Milano e che provvede a trovare un alloggio.

Attualmente “telefono donna” è sostenuto da altri enti come il “Centro donna” di San Donato Milanese, che mette al servizio dell’utente una consulenza legale e familiare, e una équipe di medici (sessuologi e ginecologi oltre a esperti nella cura dell’anoressia. Anche i servizi sociali del sud ovest milanese collaborano attivamente aiutando la coordinatrice a sensibilizzare le amministrazioni comunali. Secondo la Bravi :“Presto questa linea telefonica sarà una linea verde, grazie alla collaborazione dei comuni come Cesano Boscone e Corsico, nei quali ho trovato sempre umanità e sensibilità”

 

home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità | storia del SSNmobbing | des  | des 22