home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità
storia del SSNmobbing | des | DES 28


PER UNA MAGGIORE EFFICACIA DELL’AZIONE DI TUTELA

AZIONE COORDINATA DELLE ASSOCIAZIONI DEI MALATI

L’ESPERIENZA DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DELL’EMILIA ROMAGNA

La tutela dei malati investe diversi ambiti e richiede una presenza capillare sul territorio e nelle strutture sanitarie. E’ utopistico e velleitario pensare che una sola associazione, per quanto potente e ben organizzata, possa intervenire ovunque con competenza e incisività. Nella sanità sono molte le associazioni che operano per la tutela dei cittadini malati: quelle dei malati di una specifica patologia, quelle di volontariato, i sindacati dei pensionati; ma quasi sempre ognuna si muove autonomamente ed è gelosa, talora in modo esasperato, della propria indipendenza. Questo però indebolisce tutti, perché si finisce per restringersi a una prospettiva settoriale e manca la visione d’insieme dei problemi e soprattutto la capacità di agire in modo coordinato. Come Movimento dei Cittadini siamo molto interessati, invece, a farci promotori di consulte delle associazioni che sono interessate alla tutela dei diritti dei malati, in modo che tutte le associazioni, agendo su un piano di pari dignità, possano costruire quella rappresentanza complessiva degli interessi dei cittadini nell’ambito sanitario, che spesso manca. L’esperienza dei Comitati Misti Consultivi dell’Emilia Romagna, che presentiamo nell’articolo, può essere un buon esempio di questo coordinamento delle associazioni in ambito sanitario.

 

COME FUNZIONA IL C.C.M.


home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità |
storia del SSNmobbing | des | DES 28