home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità
storia del SSNmobbing | des | DES 28


Francia

MOUVEMENT DES CITOYENS

In Francia esiste il Mouvement des Citoyens, in sigla MDC. Si tratta di un movimento con una ben precisa connotazione politica. E' nato infatti da una scissione del Partito socialista francese, in polemica con la partecipazione della Francia alla Guerra del Golfo contro l'Iraq nel 1991. Vi presentiamo i suoi principi ispiratori dai quali si deduce che, pur trattandosi di un movimento che opera più nella società politica che in quella civile, vi sono notevoli affinità con le Linee guida del nostro Movimento dei Cittadini, in particolare troviamo il diritto alla salute, all'istruzione, al lavoro, alla casa.

In Francia il richiamo ai cittadini ha un accento mitico perché ricorda la Rivoluzione Francese.

Con la crisi delle ideologie anche per noi italiani la riscoperta della comune condizione di cittadini può essere un punto di riferimento fondamentale, un punto di vista nuovo e liberante con cui interpretare i problemi sociali, al di là delle divisioni ideali e di classe, che hanno caratterizzato la storia della nostra democrazia.

Attualmente il movimento si batte contro una mondializzazione che sacrifichi l’uomo. Si legge nel suo sito Internet:

"La mondializzazione sogna un mercato senza frontiere, che abolisce gli stati e le nazioni, riconducendo ciascuno alla sola dimensione di homo economicus, di consumatore, di salariato o di disoccupato. E’ la negazione della visione emancipatrice forgiata dopo l’Illuminismo, che mira ad affrancare il cittadino da tutte le servitù e a farne la chiave di volta di tutta la società politica, fondata sulla legge e la volontà di vivere insieme. Ecco perché il miglior punto d’appoggio nella lotta contro gli abusi del liberalismo mondializzato è la nazione repubblicana… La Francia ha bisogno di una democrazia rivivificata dove le cittadine e i cittadini si sentano protagonisti"

Dichiarazioni di principio

Il Movimento dei Cittadini, nella tradizione della Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino del 1789 e del preambolo della Costituzione del 1946, si propone come obiettivo il compimento della repubblica in tutti i campi.

Non c'è cittadino libero se non quando siano garantiti nello stesso tempo le libertà pubbliche, l'eguale accesso all'istruzione e alla cultura e i diritti economici e sociali essenziali al lavoro, alla casa, a un reddito decente, alle cure e alla garanzia per la propria salute.

Inscrivendosi nell'eredità della Rivoluzione francese e del movimento socialista, il Movimento dei Cittadini non considera il capitalismo come la fine della storia, ma agisce per la trasformazione sociale al fine di costruire una società fondata sui valori repubblicani di libertà, di laicità, di eguaglianza di diritti e delle opportunità, di giustizia sociale e di fraternità. Esso combatte gli ostacoli posti alla piena realizzazione di ciascuno e le discriminazioni fondate sul sesso, l'origine, le convinzioni o la fortuna.

Il Movimento afferma che non sarà possibile avere dei cittadini liberi in una nazione sottomessa, né dei paesi liberi in una umanità soggetta al sottosviluppo e all'ingiustizia. Esso è attaccato all'indipendenza della nazione, cornice attuale della democrazia, alla resistenza all'egemonia liberale mondiale e al dominio delle oligarchie del denaro. La nazione cittadina e laica non distingue né razze, né origini, né religione, poiché raggruppa dei cittadini liberi ed uguali nei diritti, non delle comunità. Avviamento all'universale, la nazione cittadina costituisce il migliore fondamento possibile alle cooperazioni necessarie per l'aggancio all'Europa e al mondo.

L'azione per il lavoro e la giustizia sociale è la priorità del Movimento. Essa mira a riunire tutti i mezzi di una crescita sociale fondata sull'interesse generale, preoccupata dell'ambiente, a partire dalle scelte democraticamente espresse nel paese. Essa implica un settore pubblico forte, la partecipazione nelle imprese e il diritto dei lavoratori a intervenire nell'organizzazione, nelle condizioni di lavoro e negli orientamenti dell'impresa.

Il Movimento dei cittadini opera per la costruzione di un'Europa confederale aperta all'Est e solidale col Sud, rispettosa delle nazioni che la compongono. Esso intende agire in favore di un nuovo modello di sviluppo, del diritto dei popoli a disporre di se stessi. Esso combatte le esigenze ingiuste di un ordine mondiale liberale e di un libero scambismo contrario ai bisogni umani e ai diritti delle generazioni future sul nostro pianeta.

Il Movimento dei Cittadini, fedele alla libertà di coscienza e alla laicità dello Stato, raggruppa, senza distinzione di convinzioni filosofiche o di credenze, tutti quelli che desiderano contribuire alla sua azione e si riconoscono nei suoi principi. Davanti al bilancio disastroso del liberalismo di destra e di sinistra, esso opera per unire coloro che, al di là di spaccature passate, vogliono risollevare la sinistra insieme alla Francia e completare la Repubblica rispondendo alle sfide del nostro tempo: il lavoro, la democrazia, la pace.

(dal sito Internet http://www.mdc-france.org/mouve.html)


home | chi siamo | lo statuto i nostri esperti | dimissioni selvagge | sangue infetto | sperimentazione clinica | qualità |
storia del SSNmobbing | des | DES 28